Logo EuropaLavoro Unione Europea FSE Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Home Europalavoro
  • Programmazione 2000-2006
    Il FSE (Fondo Sociale Europeo), insieme a FESR (Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale), FEAOG (Fondo Europeo per l'Agricoltura, Orientamento e Garanzia) e SFOP (Strumento Finanziario di Orientamento per la Pesca), fa parte dei quattro Fondi Strutturali i quali, nella Programmazione 2000-2006, hanno gestito circa 195 miliardi di euro per il perseguimento di coesione e sviluppo economico e sociale in tutte le regioni dell’Unione Europea.
    Questi strumenti finanziari, in accordo con i processi di organizzazione e decisione stabiliti (regolamenti CE), hanno reso possibile nell’arco di sei anni l’azione congiunta di Unione  Europea e Stati membri per il conseguimento di 3 obiettivi comunitari:
    • Obiettivo 1: sviluppo e adeguamento strutturale delle Regioni in ritardo di sviluppo (in Italia il Mezzogiorno)
Obiettivo prioritario della politica regionale Europea, questo obiettivo è stato finanziato da FSE, FESR, FEAOG, SFOP. Italia ha interessato le regioni del sud: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e il Molise in regime di sostegno transitorio (phasing out).

    • Obiettivo 2: riconversione economica e sociale delle zone con problemi strutturali
. Finanziato principalmente dal FESR e dal FSE, in Italia questo obiettivo ha interessato zone specifiche del Centro-Nord. 

    • Obiettivo 3: adattamento e ammodernamento delle politiche e dei sistemi di istruzione, formazione e occupazione 
Finanziato con risorse FSE, in Italia ha coinvolto le Regioni del Centro-Nord: Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento, Umbria, Toscana, Valle d'Aosta e Veneto.
    Gli interventi realizzati sono stati caratterizzati, rispetto la precedente programmazione, da maggiore concentrazione geografica e finanziaria, da una gestione più decentrata, da controlli rafforzati e dall'incremento dell'efficacia.