Logo EuropaLavoro Unione Europea FSE Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Home Europalavoro
  • La Cooperazione transnazionale nel Fondo sociale europeo 2014-2020

    Nella programmazione del Fondo sociale europeo 2014-2020, la cooperazione transnazionale approda al suo quarto periodo di attuazione. Nonostante il finanziamento resti limitato in rapporto alla dotazione complessiva del Fse, la cooperazione transnazionale rappresenta uno strumento utile per lo sviluppo delle politiche degli Stati membri in quanto ha dimostrato nel corso degli anni un valore aggiunto sia per i progetti sia per la pubblica amministrazione.

    Lo scambio di esperienze e di know how, nell’ambito dei partenariati, permette di affrontare le sfide in modo innovativo. Nella pubblica amministrazione favorisce l’apprendimento reciproco tra Stati membri su questioni di interesse comune, come avvenuto, ad esempio, attraverso le Reti di apprendimento della Programmazione 2007-2013.

    Le azioni transnazionali Fse per il periodo 2014-2020 sono obbligatorie (salvo limitate eccezioni). Il Regolamento (EU) No 1304/2014 del 17 dicembre 2013, introduce la novità del Quadro comune che istituisce una collaborazione su base volontaria tra Autorità di gestione e Organismi intermedi su alcuni Temi comuni offrendo il supporto di una piattaforma e di un’Assistenza tecnica a livello europeo. Il Regolamento consente, inoltre, di implementare la cooperazione transnazionale in modo indipendente, come avvenuto nel periodo di programmazione 2007-2013 (c.d. “approccio flessibile”). I Temi comuni approvati riflettono le priorità di investimento del Fse e saranno ulteriormente definiti nel corso della programmazione nelle Reti Tematiche dedicate, in linea con gli interessi degli Stati membri che aderiscono al Quadro comune.

    Consulta il sito: http://www.isfol.it/isfol-europa/reti