Logo EuropaLavoro Unione Europea FSE Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Home Europalavoro
  • Europa 2020
    La Strategia Europa2020 stabilisce le priorità di sviluppo per il prossimo decennio, rilanciando e rinnovando gli obiettivi stabiliti dalla Strategia di Lisbona e confluiti anche nella politica di coesione 2007-2013. Gli obiettivi strategici di Europa 2020 sono ora alla base dei negoziati per la nuova programmazione 2014-2020.
    Presentata a marzo 2010 come insieme di misure per uscire dalla crisi e approvata dal Consiglio europeo dei Capi di Stato e di Governo il 17.06.2010, Europa 2020 si basa su 3 motori di crescita e sviluppo:
    • crescita intelligente
    • crescita sostenibile
    • crescita inclusiva

    5 obiettivi prioritari in altrettante aree socio-economiche:
    • lavoro: 75% di occupazione nella fascia 20-64 anni
    • ricerca e sviluppo: 3% del PIL investito in R&S
    • clima ed energia: obiettivo 20/20/20 (-20% emissione gas serra; portare a 20% energia da fonti rinnovabili; +20% efficienza energetica)
    • istruzione e formazione: tasso inferiore al 10% di abbandono scolastico e superiore al 40% di laureati
    • inclusione sociale e povertà: meno 20 milioni di poveri

    Per sostenere l’attuazione della Strategia e garantire una maggiore efficacia dell’azione comune, l’Europa ha definito anche 7 Iniziative Faro:
    • L’Unione dell’Innovazione
    • Gioventù in movimento
    • Un’agenda Europea del digitale
    • Efficienza delle risorse
    • Una politica industriale per l'era della globalizzazione
    • Nuove competenze e nuovi posti di lavoro
    • Piattaforma contro la povertà

    Tre i livelli coinvolti nell’attuazione della strategia: Unione europea, Stati membri, Autorità locali e regionali. Rispetto alla Strategia di Lisbona però, viene rafforzato il ruolo del Consiglio europeo, che diventa il vero fulcro della strategia Europa2020. Nel rinnovato sistema metodologico di governance, ogni Stato membro ha inoltre dovuto fornire un contributo specifico alla realizzazione degli obiettivi, impegnandosi nell’attuazione delle riforme a livello nazionale per la crescita e collaborando con la Commissione sulle sette iniziative faro. L’impegno degli SM si concretizza attraverso la presentazione di Programmi nazionali di riforma e Programmi di stabilità e convergenza. Il PNR e il PSC italiani – confluiti nel DEF (documento economico finanziario) - sono stati definiti dal Ministero dell’economia e delle finanze (contributo italiano).

    L’attuazione e il monitoraggio della strategia si articolano attraverso una serie di documenti fondamentali:
    • Analisi annuale della crescita*
    • PNR (Programmi nazionali di riforma)**
    • PSC (Programmi di stabilità e convergenza)**
    • Raccomandazioni e pareri per i singoli Paesi
    • Avvertimenti


    Analisi Annuale Della Crescita
    Attraverso l'analisi annuale della crescita, l'Europa definisce la linea da seguire nei dodici mesi successivi. L'analisi segna l'inizio del primo semestre europeo e influenza il modo in cui i governi definiscono le proprie politiche economiche e di bilancio.
    Gli ultimi documenti pubblicati e il materiale informativo sono disponibili sul sitoweb della Commissione europea dedicato alla Strategia, alla pagina:
    Analisi annuali della crescita - 2011
    Analisi annuali della crescita - 2012

    Ultimi Aggiornamenti
    DEF 2011-  Documento di economia e finanza  (PNR e PSC Italia)
    Raccomandazioni Italia
    Commissione europea (Comunicazioni, Rapporti, Relazioni Iniziative faro)
    Consiglio europeo (Ecofin – Occupazione e politiche sociali)

     
    Continua a leggere