Logo EuropaLavoro Unione Europea FSE Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Home Europalavoro
  • Programma operativo

    Nella programmazione 2007 - 2013 

    I Programmi operativi (Po) sono documenti che declinano per settori e territori le priorità strategiche che lo Stato membro ha manifestato all'interno del Quadro di riferimento strategico nazionale (Qsn)

    Diversamente rispetto alla precedente programmazione i Po nella 2007 - 2013 sono monofondo, quindi finanziati da un unico fondo strutturale. 
    La gestione finanziaria avviene solo a livello di assi prioritari e non più a livello di misure.
    Una limitata flessibilità è consentita per quanto riguarda le attività finanziabili (al massimo un 10% del Po Fse potrà essere dedicato ad interventi aventi finalità di tipo Fesr e viceversa). 

    I contenuti che i Programmi operativi per gli obiettivi "Covergenza" e "Competitività regionale e occupazione" devono contenere sono stabiliti all'interno del Regolamento (CE) n. 1083/2006 ( Capo II, Sezione 1 - Programmi operativi).
    Le norme per la realizzazione dei Programmi operativi dell'obiettivo "Cooperazione territoriale europea" sono stabilte dal Regolamento (CE) n. 1080/2006.

    I programmi operativi possono essere nazionali (Pon) - a titolarità di un'amministrazione centrale riguardano l'intero territorio delineato dall'obiettivo - o regionali (Por) - a titolarità di un'amministrazione locale (Regione o Provincia autonoma) riguardano solo il terriorio di riferimento. 

    Il Ministero del lavoro e della previdenza sociale è autorità capofila del Fondo sociale europeo (Fse) in Italia e titolare di due programmi operativi nazionali (Pon): il Programma operativo nazionale "Governance e azioni di sistema", obiettivo 1 - Convergenza e il Programma operativo nazionale "Azioni di sistema", obiettivo 2 - Competitività regionale e occupazione.

    Ulteriori informazioni sui Programmi operativi nazionali e regionali finanziati dal Fondo sociale europeo in Italia e i documenti ufficiali approvati dalla Commissione sono disponibili nella sezione operatori di Europalavoro dedicata ai Programmi operativi.

    Nella programmazione 2000 - 2006

    Fra i documenti di programmazione Fondi strutturali, il Programma operativo (PO) specifica le azioni (misure) che verranno realizzate per il conseguimento di una o più priorità strategiche (assi), che sono delineate nel Quadro comunitario di sostegno (QCS) nel cui ambito il PO è inserito.

    Il PO, quindi, rappresenta una forma di intervento dei Fondi per l'attuazione di un QCS.

    I Programmi operativi possono essere a titolarità nazionale o regionale e usufruiscono delle risorse di uno o più Fondi strutturali. Oltre a descrivere assi e misure, i PO contengono un piano finanziario indicativo, che precisa per ciascun asse e per ogni anno la dotazione prevista.

    Gli interventi previsti dal PO sono ulteriormente dettagliati in un Complemento di programmazione, nel quale vengono specificate le azioni relative ad ogni misura, con l'indicazione delle relative risorse e delle categorie di beneficiari finali<.

    Il soggetto responsabile del PO è definito Autorità di gestione e può essere o direttamente uno Stato membro o altri organismi pubblici o privati designati dallo Stato membro.

    I PO vengono approvati dalla Commissione europea.

     

    A    B    C    D    E    F    G    H    I    L    M    N    O    P    Q    R    S    T    U    V    Z