Logo EuropaLavoro Unione Europea FSE Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Home Europalavoro
  • Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr)

    Il Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr), creato nel 1975, promuove l'adeguamento strutturale delle regioni in ritardo di sviluppo e la riconversione delle zone industriali in declino.
    In tale ottica, concorre alla promozione di un alto livello occupazionale, delle pari opportunità e della protezione e dello sviluppo sostenibile.

    Nella programmazione 2007 - 2013:  

    Il Fesr è disciplinato dal regolamento (CE) n. 1080/2006 e dal regolamento (CE) n. 1083/2006.

    Il Fesr contribuisce al finanziamento di interventi destinati a rafforzare la coesione economica e sociale eliminando le principali disparità regionali.
    In tal modo, il Fesr dà attuazione alle priorità comunitarie e in particolare all'esigenza di rafforzare la competitività e l'innovazione, creare e mantenere posti di lavoro stabili e assicurare lo sviluppo sostenibile.

    Il Fesr concentra il proprio intervento su priorità tematiche.
    La tipologia e la gamma delle azioni finanziabili nell'ambito di ciascuna priorità rispecchiano la diversa natura degli obiettivi "Convergenza", "Competitività regionale e occupazione" e "Cooperazione territoriale europea" (vedi articoli 4, 5 e 6 del Regolamento (CE) n. 1080/2006 ). 
    Il Fesr contribuisce al finanziamento di:

    • investimenti produttivi che contribuiscono alla creazione e al mantenimento di posti di lavoro stabili, in primo luogo attraverso aiuti diretti agli investimenti principalmente nelle piccole e medie imprese (Pmi); 
    • investimenti in infrastrutture; 
    • sviluppo di potenziale endogeno attraverso misure che sostengono lo sviluppo regionale e locale; 
    • assistenza tecnica, secondo quanto disposto agli articoli 45 e 46 del regolamento (CE) n. 1083/2006.

    Nella programmazione 2007 - 2013, in Italia 42 Programmi operativi sono finanziati dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr).


    Nella programmazione 2000 - 2006: 

    Il Fesr interviene attraverso:

    • investimenti produttivi che permettono di creare o salvaguardare posti di lavoro durevoli
    • investimenti nel settore delle infrastrutture
    • misure di animazione e di sostegno alle iniziative per lo sviluppo locale e l'occupazione, nonché alle attività delle piccole e medie imprese, anche attraverso incentivi ai servizi, il finanziamento del trasferimento di tecnologia, lo sviluppo di strumenti di accesso al credito

    Inoltre, nelle regioni obiettivo 1 il Fesr può finanziare interventi per l'istruzione e la sanità che contribuiscano all'adeguamento strutturale di queste regioni.

     

    A    B    C    D    E    F    G    H    I    L    M    N    O    P    Q    R    S    T    U    V    Z